sabato 19 maggio 2007

7
comments
Non sopporto gli idioti...


Che ci volete fare? Non li sopporto, non li ho mai sopportati e mai li sopportero'.

Lo so, lo so... e' una forma di discriminazione che rasenta il razzismo, ma gli idioti sono forse una "razza'?

Poveretti, forse neanche si rendono conto di essere idioti. Se ne avessero consapevolezza non sarebbero idioti, giusto?

Qualcuno mi dice "si', ma tu come fai a stabilire chi e' idiota da chi non lo e'?"
Arguta osservazione, dico io, ma ciascuno/a ha i suoi parametri di giudizio soggettivi ed io ho i miei; se per me un tizio e' idiota lo e' e basta.

Come per il sesso... che mi frega se un tizio si considera (ed e' considerato) un gran scopatore? Sono io a doverlo stabilire non lui, e se per me non lo e', non lo e' e basta.
Cio' che conta e' cio' che provo io, che sento io... e' una cosa che riguarda me, dato che sono io a doverci relazionare.

Qualcuno mi dice che per gli idioti dovrei provare un sentimento di "pena", ma e' piu' forte di me: nonostante sappia che loro sono ignari della loro condizione d'idiozia, non riesco a sopportarli. Cerco di evitarli come cerco di evitare i tafani...

Purtroppo, pero', loro (i tafani e gli idioti) non evitano me.

Sara' a causa della mi pelle che li attira (i tafani), oppure del mio modo di essere (che invece, chissa' come mai, attira gli idioti).

Io non so cosa si aspettino da me, dall'infastidirmi, dal molestarmi, dal continuo tentativo di avere un rapporto dialettico basato sulle loro idiozie noiose, pedanti, inconcludenti fatte solo di panegirici e di "pippe mentali" che loro tentano di spacciare per "pensieri complessi".
Forse, chissa', tramite me sperano di "diluire" la loro penosa condizione che, a volte, e' anche "troppo concentrata".

Il motivo per il quale non li sopporto e cerco di evitarli?
Non lo so e neanche mi interessa di saperlo. Anzi, ad essere sincera, se cerco di dare una risposta al quesito mi sento idiota pure io...

Spero che gli idioti leggano questo mio post (sono certa che lo faranno) e che si rendano conto che con me non hanno alcuna speranza di riuscire ad esprimere la loro personalita'...

Ma sono idioti e dubito che capiranno.

7 commenti :

Nice&Nasty ha detto...

Ciao Chiara,
capisco come gli idioti possano dare parecchio fastidio, ma sai cosa ti dico? Per fortuna che esistono, anzi, per fortuna che sono una discreta percentuale dei bipedi presenti sul pianeta. Penso abbiano addirittura una loro giustificazione antropologica.
Ogni idiota che si incontra, ad esempio, è un concorrente in meno sul lavoro. :-)
Comunque Madre Natura, prima o poi li emargina o li elimina; spesso si eliminano da soli... :-))

maya ha detto...

Pensa ad una vita senza idioti..
Non sarebbe una noia?
;-)
E' tanto vero che spesso si eliminino da soli quanto vero che altrettante volte si rigenerano, ed è divertente.

davide ha detto...

Cara Chiara,

"Poveretti, forse neanchè si rendono conto di essere idioti. Se ne avessero consapevolezza non sarebbero idioti, giusto?

Giustissimo Chiara. Però vorrei farti una domanda.

Perchè non gli dici (così smettono di scriverti) che sono degli idioti?

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Perchè non gli dici (così smettono di scriverti) che sono degli idioti?


L'ho fatto...
Solo che non ci credono (di essere idioti).

davide ha detto...

Cara Chiara,

se la definizione di idiota è quella che tu credi sia un idiota chi ritieni tu, non credo che gli idioti capiscano bene a chi ti riferisci. Credo che dovresti dirlo CHIARAMENTE a chi ti scrive se lo ritieni un idiota e dirgli che non ti scriva più.

Saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ davide: Io l'ho detto... anche se credo che l'interessato non lo accettera' di buon grado.
Comunque non mi riferisco ad alcuno dei commentatori del mio blog.

Willyco ha detto...

Sì, è vero: provo solo sincera pena per gli idioti. Non li emargino in nessun modo, mi limito a consigliarli... di stare un po' più in là, nella stanza di fianco, magari.
Mannaggia, le stanze di fianco sono piene,... stanno tornando tutti di qua... :-/

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics