giovedì 5 aprile 2007

8
comments
Ringraziamenti


Vedo che i racconti a puntate stanno avendo un discreto successo, almeno da quanto mi risulta dai messaggi che ricevo.

Sono soddisfatta. Grazie a chi mi sta dimostrando apprezzamento.

Comunque non ricevo soltanto complimenti, anche le critiche non mancano e se sono costruttive e ben argomentate, cio' non puo' essere che positivo.

La critica principale che mi viene fatta non riguarda ne' la forma ne' la sostanza dei miei scritti quanto la sottile sensazione che trasmetto di (testuali parole) "disprezzzo verso il genere maschile".

Vorrei a questo punto fare una precisazione: cio' che scrivo e' frutto di esperienze "dirette". Certo alcune situazioni possono essere, per ragioni sceniche o di privacy, leggermente modificate ma la sostanza resta comunque quella.

Il panorama di uomini e di donne che descrivo e' un panorama che ho potuto osservare negli anni della "mia avventura" ed ovviamente i personaggi rappresentano gli stereotipi piu' significativi.

Cio non vuol dire quindi che tutte le persone incontrate fossero in quel determinato modo. Solo alcune.

Se qualcuno si riconosce in tali stereotipi significa che questo blog almeno contribuira' a far prendere loro coscienza di cio' che poteva pensare la persona che si trovava dall'altra parte del fiume.

Non disprezzo gli uomini come non disprezzo le donne, non odio ne' gli uni ne' le altre, non giudico ne' gli uni ne' le altre.

Forse avrei dovuto ascoltare i consigli di chi emozionalmente mi e' molto vicino: "Perche' ti metti in gioco in un blog? Perche' vai a raccontare le tue cose a degli estranei che solo avranno da criticare qualsiasi cosa tu dirai? Chi te lo fa fare?"

Ebbene se dovessi dar ascolto a questi consigli premerei il pulsante "delete account and blog" e di me, da domani, non avreste piu' notizie...

Ma poi penso "Cos'e' che muove il mio desiderio di scrivere? Solo narcisismo, come dice Illustre1966 oppure c'e' di piu'? Forse la voglia di riconoscermi in qualcosa? Forse la voglia di dimostrare qualcosa a me stessa?"

Anche le scrittrici (famose e meno famose) si mettono in gioco perche' le situazioni che raccontano, se pur di fantasia, non possono essere avulse da esperienze e ricordi personali. Perche' loro non premono il tasto "delete account"? Non credo che scrivano solo per i soldi che stanno dietro all'eventuale successo editoriale.

In ogni caso, se con i miei scritti offendo la sensibilita' di qualcuno me ne scuso ma il problema non puo' essere attribuito a me. Io sono solo una cronista della mia vita e se in questa cronaca sono presenti altre figure non posso far niente per evitarlo.

Vorrei anche ringraziare Nice&Nasty per avermi dedicato addirittura un racconto nel suo blog.

I miei ringraziamenti piu' sentiti anche ad una persona che oggi, con un bellissimo e lunghissimo messaggio, e' riuscita ad allietare la mia giornata.
Ne cito soltanto una piccola parte. Mi perdoni la persona che mi ha scritto, ma non posso fare a meno di riportare almeno quelle parole che dimostrano, a me stessa piu' che agli altri, di essere stata compresa:

"Leggendo il tuo blog ho notato come tu abbia di sicuro gestito al meglio le tue qualità per ricavarne il maggior profitto. Potrei forse criticarti per questo? Assolutamente no! Non ho restrizioni mentali o preconcetti morali che mi facciano condannare la prostituzione. Condanno lo sfruttamento delle donne, ma questo è ben altro discorso, e non riguarda affatto il tuo caso. Tu hai solo sfruttatto la tua bellezza, la tua cultura, la tua intelligenza. Probabilmente chi ti ha incontrata non ha neppure colto del tutto il tuo spessore, si è limitato al tuo corpo, ma questo è un problema loro. E poi credo che tu non abbia mai avuto intenzione di farti conoscere dai clienti, avrai indossato la maschera più adatta al caso celando il tuo vero io."

8 commenti :

guggenheim ha detto...

Ciao Chiara,

Quando leggo i tuoi scritti mi sorge sempre un dubbio.

Scrive per se stessa non curandosi del lettore oppure scrive in funzione del lettore il tutto finalizzato a verificare o manipolare la sua reazione.

Sono convinto che sia la seconda.

Ciao
Gu

Baudelaire999 ha detto...

ma il blog è solo l'evoluzione del tuo "giocare" nel web..

ma come dimenticare..
le battaglie che da anni conduci nei forum..
l'onestà intellettuale che da anni dimostri..
la vivacità intellettuale che ti spinge..
la capacità di comunicare i tuoi pensieri, le tue sensazioni..

poi uno può apprezzare o meno ciò che scrivi.. può darti contro.. o può esaltarti.. ma è indubbio che sei una donna speciale.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ Guggenheim: Oh guarda chi si rivede :))) Come stai topolino?
Allora, venendo al tuo quesito... mmmhhhh interessante...
Credi che in fondo la mia anima sia rimasta quella della biologa che (in tutta fretta che' altrimenti si svegliavano e volavano via) separava le drosofile dalle ali lunghe da quelle che le avevano corte? Quelle dalla pancetta bianca e quelle dagli occhietti rossi dalle altre?...
In effetti questo quesito non l'ho ancora sciolto e forse la verita' sta nel mezzo :)))

A Baudelaire999: Chi mi conosce, come te, da molti anni lo sa ma ci sono i nuovi VATE dei forum (quelli che credono di SAPERE TUTTO) che la pensano diversamente.
Vabbe' ma a me che mi frega in fondo?
Il blog mi da' una liberta' ed un'elasticita' di trattare gli argomenti che una volta non avevo.
Adesso sono a casa mia e chi vuol leggermi DEVE entrarci di proposito e non puo' rimproverarmi alcuna intrusione nei suoi CLUB RISERVATI.
E poi dici "donna speciale"... alcuni direbbero "RAGIONIERE SPECIALE!" :)))))

Robert ha detto...

Come ho scritto ieri, sono solo poche ore che leggo qualche parte di questo blog e non posso quindi che darne un giudizio superficiale. Al di là del contenuto dei racconti, non posso che rilevare con estremo piacere come la loro composizione sia chiara, corretta e sintatticamente ineccepibile. Sarà una banalità ma trovare una persona che scrive in italiano (pur non essendola, da quel che ho capito) nella rete, con intelligenza, arguzia e capacità descrittive è davvero una bella sorpresa. Io non mi chiedo affatto cosa ci sia dietro alle intenzioni di chi scrive, leggo... e godo di questa lettura che faccio nei momenti di pausa, tra una pratica e l'altra, come si fumerebbe una sigaretta o si degustasse un buon caffè. E' ovvio che chi scrive lo fa anche per passione, per piacere di scrivere e domandarsi il "perchè lo faccia" è come domandarsi perchè tanta gente gioca a carte, oppure, fa jogging: la risposta è semplice, si diverte e prova soddisfazione in quel che fa. Grazie per quello che scrivi Chiara, con grazia, intelligenza e pulizia di pensiero e di composizione. Spero non ti stuferai a scrivere, è davvero, per me, piacevole leggerti seppure da poco. Mi ci vorrà un po' di tempo per recuperare gli "arretrati" ma mi ci applicherò con vivo entusiasmo. Un caro saluto ed un ringraziamento.
BJ

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Grazie Robert per questo commento realmente appagante per chi, come me, si limita a giocare a carte.

Che gusto ci sarebbe a giocare con chi non sa?

Per questo commenti come il tuo mi fanno comprendere che, dopo tutto, dall'altra parte del fiume non c'e' il deserto.

illustre1966 ha detto...

Non solo narcisismo.....ma anche sentirsi ancora "desiderate"! ;-))

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ illustre: ... e si' cavolo!

Nella realta' nessuno mi vuole piu' :(((

Sir Archibald ha detto...

Chi s'inalbera di fronte al tuo disprezzo, a volte caricaturale, verso il genere maschile é estremamente permaloso e chiaramente sprovvisto di sense of humor oppure,peccato per lui,si riconosce nei tuoi personaggi.
Personalmente non mi disturba.
Pero'mi piacerebbe leggerti descrivendo the other side e cioé le donne.
Perché tra escorts o escorts che si credono tali di caricature da fare ce ne sono eccome.
E di cattive!
Come ben sai il brutto é ovunque.

Per il resto ...
L'importante é che tu ne sia perlomeno soddisfatta.
Quando avrai qualcosa che t'interesserà maggiormente smetterai di scrivere su questo blog.
Scriverai altre cose, ad altre persone e su argomenti diversi.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics