lunedì 16 aprile 2007

11
comments
Io e Olga - Interludio

 
“Il lesbismo indica l’omosessualità femminile, episodica o permanente, che si manifesta come attrazione amorosa fra donne. Il nome deriva dall’isola greca di Lesbo, dove viveva la poetessa Saffo, che si dedicava a questo genere d’amore, da cui anche la denominazione di saffismo.
La tradizione vuole che Saffo guidava una raffinata scuola per ragazze in cui si insegnava musica, poesia e comportamenti adeguati alla vita in società.
Nelle relazioni lesbiche si riscontra spesso una divisione dei ruoli: una delle due donne tende ad assumere un ruolo più virile dell’altra (atteggiamenti, abbigliamento, acconciatura).


Alla base del lesbismo ci possono essere varie cause:
un narcisismo esasperato (che porta ad una ricerca della propria identità sessuale attraverso il rispecchiamento nella partner), l’ostilità materna (che impedisce alla figlia l’identificazione in un modello femminile, con accettazione del ruolo), oppure il rifiuto paterno (che induce la figlia rifiutata ad identificarsi con il sesso opposto oppure a provare nei confronti di questo un sentimento di marcata ostilità). Altre cause sono state ricercate nella paura del rapporto eterosessuale e dunque nella ricerca di un surrogato, oppure nell’identificazione della bambina in un modello maschile, per compiacere i genitori che desideravano un maschio.
Insieme a tutto questo, molto dipende anche dagli incontri avuti e dalle iniziazioni ricevute alla vita sessuale.
Il rapporto lesbico sembra interessare le fantasie erotiche più degli uomini che delle donne e per questo viene spesso proposto in filmati pornografici dedicati ad un pubblico maschile.”


"Lesbica narcisista???"

Per poco non soffocai dal ridere. Ero in pizzeria con un'amica e la mia risata fece voltare i nostri vicini di tavolo. Lui, lumacone con faccia da puttaniere, approfitto’ per squadrarci entrambe giustificandosi alla moglie con la classica espressione stile “Che gente!”

Avevo le mie idee riguardo alla bisessualita’ femminile: tutte quante le donne portano in loro un qualche elemento di omosessualita’, poiche' l’Edipo esiste nelle donne nello stesso identico modo in cui esiste negli uomini. E' lo stesso seno materno, fonte di nutrimento e piacere, che attrae sia l'uomo che la donna ed anche se poi le sovrastrutture culturali tendono ad annullare quell’istinto qualcosa resta comunque latente.
Il corpo della donna e’ oggettivamente piu’ bello e piu’ piacevole da accarezzare di quello maschile. Non per niente, da secoli, e' raffigurato come simbolo di grazia e bellezza, ma il termine “lesbica narcisista" mi suonava strano, in quanto ritenevo che il narcisismo fosse una caratteristica prettamente maschile.

“Lesbica narcisista? Che significa?”

“Si’- disse la mia amica – secondo me sei innamorata di te stessa... insomma, sei narcisista… ti piaci talmente tanto, ti coccoli talmente tanto, curi la tua persona ad un tale livello che TI porteresti persino a letto…”

Credetti che volesse discutere di autoerotismo.

“Dici che sono lesbica perche' potrei masturbarmi all’infinito amando colei che giudico la donna piu’ desiderabile del mondo, cioe' me stessa??”

Ridemmo come matte ed ancora una volta i nostri vicini di tavolo si girarono verso di noi. Lei, classica signora che, scommetto, non era mai stata carina neanche a vent'anni, mi guardo’ con occhi gelidi... ed anche un po' invidiosi!
Abbassai la voce ed avvicinando il mio volto a quello della mia amica sussurrai:

“Ma no… odio le pratiche autoerotiche. Meglio la presenza di un partner. Perche’ faticare se qualcun altro puo’ farlo al mio posto? – e strizzandole l’occhio aggiunsi - o qualcun’altra!”

Quando tornai a casa ripensai a quelle parole. Feci una ricerca su Google e quell’articolo fu il primo che mi usci’ nella lista.
Lo lessi e mi colpi’ la frase “Il rapporto lesbico sembra interessare le fantasie erotiche piu' degli uomini che delle donne…”.
Piu’ gli uomini delle donne... interessante!

Forse c’era un motivo in tutto cio’ che avevo imbastito coinvolgendo sia il mio uomo che Olga… Olga che, a momenti, avrebbe bussato alla porta della nostra camera.

11 commenti :

Kamavirya ha detto...

@Chiara: "...Il rapporto lesbico sembra interessare le fantasie erotiche piu' degli uomini che delle donne...
Piu’ gli uomini delle donne... interessante!..."


In effetti, nell'immaginario erotico maschile (ebbene sì, anche nel mio!), l'idea di essere spettatore e magari anche partecipe in una serie di acrobazie che vedono come protagoniste due fanciulle è un leit-motiv piuttosto ricorrente.

Probabilmente anche in virtù del fatto che, come sostieni tu, la bellezza e grazia del corpo femminile riescono anche nelle situazioni più intense a sprigionare una carica erotica e sensuale estremamente coinvolgente.

Non che alcuni corpi maschili "statuari" siano esteticamente meno "belli" da ammirare ma, tant'è.....de gustibus... ;-)

Alcuni amici gay (maschi) mi parlano della "fisicità" del rapporto omosessuale che ritengono essere componente - se non principale - di estrema importanza in questo tipo di relazioni.

Ed è forse proprio questa "fisicità" che, se manifestata attraverso esempi di bellezza muliebre non infastidisce per nulla anzi diviene oggetto di attenzione (a volta anche morbosa), al contrario se operata da soggetti maschili (magari con maniere un po' rudi) è TROPPO spesso giudicata e oggetto di scandalo e di devianza.

KAM

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Non che alcuni corpi maschili "statuari" siano esteticamente meno "belli" da ammirare ma, tant'è

in effetti ci sono dei corpi maschili estremamente belli. Spesso questi corpi appartengono a modelli, indossatori e rasentano il "DIVINO".

Purtroppo, mi conosco, disdegno tutto cio' che e' "solo involucro" e se dentro non ci trovo "sostanza" (ma questo avverrebbe anche se la mia interlocutrice fosse donna), difficilmente dei begli addominali, dei bei glutei, pettorali o spalle potrebbero affascinarmi al punto di desiderare.

Nel caso di Olga la protagonista, come potrai aver ben compreso, non ha trovato solo un bel corpo ma anche una personalita' intrigante e questo e' il massimo che si possa desiderare quando si vuol fare sesso.

Forse per l'omosessualita maschile e' diverso ma purtroppo, come potrai ben comprendere, non ho avuto molte conoscenze intime in quel senso a parte pochi amici, quindi ritengo di non conoscerla abbastanza a fondo.

Sicuramente, l'atto fisico fra due uomini non attrae "esteticamente", come quello fra due donne (questo l'ho potuto rilevare parlando con molte mie amiche) e forse dipende dal fatto che l'omosessualita' femminile e' provocata dall'edipo ed e' stimolata esattamente nello stesso modo in cui e' stimolata l'eterosessualita' maschile.

Sta di fatto che un'escort eterosessuale (anche fingendo) puo' avere dei rapporti finti-omosessuali con qualche sua collega senza per questo provare vergogna, mentre credo che un uomo eterosessuale non potrebbe farcela neanche fingendo.

Questo mi ha fatto comprendere che dentro di noi (tutte) esiste latente almeno la NON REPULSIONE per un corpo femminile.

Kamavirya ha detto...

Biologicamente la definizione dei caratteri sessuali avviene dopo la 4^ settimana dal concepimento.

Non sono un medico, ma probabilmente questa "indifferenziazione" iniziale fa in modo che dentro ogni individuo rimanga una parte, più o meno spiccata, più o meno latente, di quelle che sono le caratteristiche legate alla PERSONALITA' dell'altro sesso.

Con ciò non intendo dire che siamo tutti potenzialmente omosessuali, bensì evidenziare il carattere "duale" dell'individuo (e già qui parrebbe una contraddizione di termini) come del resto di tutto quello che attiene all'universo conosciuto.

Purtroppo, mi conosco, disdegno tutto cio' che e' "solo involucro" e se dentro non ci trovo "sostanza" (ma questo avverrebbe anche se la mia interlocutrice fosse donna), difficilmente dei begli addominali, dei bei glutei, pettorali o spalle potrebbero affascinarmi al punto di desiderare.

Concordo pienamente (e toglierei anche il "purtroppo"); la vacuità di tante persone con cui ci si relaziona fa passare in secondo piano le componenti puramente estetiche di cui madre natura le ha (ingiustamente!) dotate ;-)

KAM

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

E' un peccato che questo post non si sia sviluppato. In fondo poteva essere argomento interessante...

A meno che ai lettori e alle lettrici di questo blog interessi di piu' il tema dell'omosessualita' maschile :)))

Kamavirya ha detto...

Sono piuttosto stupito anche io circa questa "latitanza" di commenti...

Al di là dell'aspetto "pruriginoso" che una simile discussione può suscitare, penso che un buon input possa essere rappresentato proprio da un nuovo capitolo di "Io e Olga" ;-)))

KAM

P.S.: per par condicio e come ulteriore spunto di discussione non scarterei l'idea di un post ANCHE sull'omosessualità maschile

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

penso che un buon input possa essere rappresentato proprio da un nuovo capitolo di "Io e Olga"

Questa curiosita' a proposito di Olga mi ingelosisce non poco :)))

Comunque, come in tutte quante le cose i maschietti hanno troppa fretta... Lasciate che Olga si prenda il suo tempo...

Sull'omosessualita' femminile e sui giochi a 3 avevo gia' affrontato blandamente l'argomento QUI.

Invece sulla maschile, ahime', non so molto di piu' di cio' che viene detto in TV... a meno che... a meno che...

Beh si', qualcosa ce l'avrei adesso che mi ci fai pensare... un cliente un po' particolare.

Vabbe' scrivero' di lui prossimamente. Speriamo che non mi riconosca... anche se dubito :)))

Kamavirya ha detto...

@Chiara: Questa curiosita' a proposito di Olga mi ingelosisce non poco :)))

...e chi ti dice che la curiosità sia riferita ad Olga???? ;-)))

KAM

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

...e chi ti dice che la curiosità sia riferita ad Olga????

e allora a chi???

comunque in questi giorni sono un po' occupata ... per olga dovrete attendere :))))

Kamavirya ha detto...

Ma naturalmente (la curiosità) è TOTALMENTE rivolta all'altro personaggio FEMMINILE del racconto...o forse più in generale alla situazione preannunciata.

Attendo con malcelata impazienza ;-)

KAM

La Donna Cannone ha detto...

Non credo che si possa affermare che il corpo femminile sia ''oggettivamente'' più bello.
Detto, credo che in fondo, la bisessualità rasenti la perfezione.
Anche nel rapporto con il maschile più intimo e profondo, rimane un abisso, perchè si è esseri diversi. E credo che il contrario si avverta in un rapporto lesbico.

L'articolo è davvero pieno di panzane. Ma l'argomento è poco discusso, al di là delle battutine maschiliste pecorecce.

Tutti portiamo un pizzico di omosessualità - il resto, è psiche, ambiente, sovrastrutture culturali, come dici.

Ho guardato il trailer. Sembra molto interessante. E inquietante - dal tabù all'incesto!

Andrò a cercare il film online
ciao
ciao

Chiara di Notte - Klára ha detto...

@ Donna Cannone:

Ho guardato il trailer. Sembra molto interessante. E inquietante - dal tabù all'incesto!

Andrò a cercare il film online


Il film e' costato solo 3.000$!!!
Non immaginarti cose strabilianti. E' un film molto 'semplice', essenziale, ma e' un esempio di come si possa raccontare una storia spendendo pochissimo.
Del resto abbiamo anche troppi esempi di film di merda costati milioni di dollari.
Lo puoi trovare su youtube, ma solo a meta'.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics