mercoledì 4 aprile 2007

2
comments
Il Cliente Perfetto – II parte – La preparazione


Scelsi di indossare un completo nero di Armani, con pantaloni e giacca lunga avvitata. Quel completo mi faceva apparire ancor piu’ slanciata e dato che il cliente aveva detto di non sentirsi imbarazzato ad accompagnarsi a donne alte, indossai anche scarpe con tacco 10… cosi’, come rinforzino.
Per accessorio la classica "Chanel 2.55", sempre nera.

Ho sempre considerato il nero il colore ideale, soprattutto quando uscivo per lavoro. Discreto ed elegante, adattissimo se intendevo recitare la parte che il cliente attendeva: una donna ottenuta anche grazie ai soldi, ma non certo la prima battona rimorchiata sotto ad un lampione.

Chi invece si maschera utilizzando artifici scenici, vestita da ballerina cubana (tutina retata con tette a vista e piume finali in fondo alla zampa d'elefante del pantalone) oppure chi cerca di focalizzare l’attenzione verso alcuni dettagli del proprio corpo che dovrebbero essere mostrati solo al momento opportuno (pantaloni a pelle con relativo buco "strategico" e vista panoramica del tribale enorme tatuato sul fondoschiena), cade sempre nel ridicolo ed insieme a lei cade nel ridicolo anche chi l’accompagna.

Con i gioielli, per motivi di sicurezza, non esageravo mai. D’altronde quando si incontra un estraneo non e’ mai prudente mostrarsi con gioielli troppo costosi.
Poche cose, ma giuste quel tanto che basta per dare al cliente l’impressione di non essere con una “shampista” che si e' improvvisata accompagnatrice.

Sono pero' da evitare tutte quelle cianfrusaglie da “uovo di Pasqua” come bigiotterie da due soldi, braccialettini brasiliani, collanine con conchiglie o di corallo e tutte quegli oggetti di poco conto che di solito portano le sedicenni… Soprattutto MAI indossare oggetti in argento (che fanno tanto "vorrei ma non posso") se non sono antichi e di gran valore.

Decisi di limitare la mia scelta ad un bracciale “Leve” di Cartier ed al mio inseparabile Rolex in oro. Niente collane o girocollo, che tendono ad impigliarsi, e spesso a rompersi, se la persona che si incontra non pone la dovuta attenzione. Inoltre e' sempre consigliabile non portare mai anelli, perche’ i clienti, che sono sospettosi, potrebbero pensare a regali di “fidanzati”.

Una cortigiana deve rappresentare l’immagine della donna “indipendente”. Mai far pensare al cliente che potrebbe esserci qualcuno ad attenderla a casa o, peggio ancora, dietro l'angolo in attesa della fine dell'incontro.

Altre cose che ho sempre evitato sono i piercing ed i tatuaggi. Li considero "marchianti" di un'epoca e datano la persona. Quando fra alcuni anni nessuno piu' vorra' bucarsi il naso oppure disegnarsi il gabbiano sulla chiappa (che poi, con il passare del tempo, assumerebbe sempre piu' la forma di uno pterodattilo), quei piercing e quei tatuaggi saranno i "segni particolari" del tempo (ahime') trascorso.
Una pelle libera da disegni e da buchi, quindi, come una pagina intatta tutta da scrivere.

Si’, comprendo che ci siano delle polpose ultraquarantenni che credono di apparire piu’ giovanili se si conciano come delle sedicenni, ma non sara’ certo la collanina di corallo comprata nel bazar del villaggio “Vacanze” a Zanzibar legata intorno alla grossa caviglia che riuscira’ a farle ringiovanire di 10 anni…
E neanche il “tribale” sull’osso sacro (che dopo tutto cio’ a cui ha dovuto assistere e’ stato rinominato “osso sconsacrato”) fara’ loro perdere 10 chili di troppo.

Il maquillage non mi ha mai dato particolari problemi. Non metto mai rossetto di colore troppo acceso perche’ mi fa acquistare un aspetto volgare. Fortunatamente ho la pelle compatta e tonica e gli zigomi alti, per cui posso limitarmi nell'uso di prodotti come ciprie o fard. Evidenzio solo cio’ che ritengo sia il mio punto di forza: gli occhi.
Come profumo scelsi "D&G Feminine", che sulla mia pelle reagisce in modo veramente gradevole.

I capelli a quel tempo li avevo molto lunghi; li raccolsi in uno chignon scoprendo la nuca ed il collo. Questa acconciatura massimizzava l'effetto scenico, sempre gradito dai clienti, quando me la scioglievo nel momento clou.
Immancabili ed insostituibili gli orecchini “zingari” a cerchio.

(Continua…)

2 commenti :

duval ha detto...

@chiara "Decisi di limitare la mia scelta ad un bracciale “Leve” di Cartier ed al mio inseparabile Rolex in oro"

Oh, signur! Mamma mia! Non ci posso credere! Ci sono cose che una persona per bene NON può e NON deve fare!

ROLEX? Hai detto ROLEX? E per di più d'oro? Per caso frequenti la mafia russa ultimamente? Al cafè Pushkin di Mosca ho visto più Rolex e catene d'oro che in tutta Modena.

Un modesto consiglio sugli orologi:

fuori concorso
F.P. Journe

3 stelle
Patek Philippe
Roger Dubuis
Langhe & Sohne

2 stelle
Audemars Piguet
Breguet
Zenith (si, proprio Zenith!)

1 stella
IWC
Jaegher-LeCoutre
Vacheron & Constantin
Universal Geneve (ultima serie)
Franck Muller

poi gli altri fra cui Rolex.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Per caso frequenti la mafia russa ultimamente?

Cavolo mi hai sgamata! Sapessi i nuovi russi che regali fanno :)))

pero' dai, il rolexino d'oro non e' male... :-)

E poi si sa sono un po' contadina :))))

Mi dispiace Duval... sapevo di non essere il tuo tipo :(((( uff!

Fa niente... trovero' qualcun altro che mi portera' a cena con il mio rolex :))))

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics