giovedì 12 aprile 2007

3
comments
I racconti


Ho ricevuto molti messaggi di apprezzamento su cio' che ho scritto in queste ultime settimane in cui, tralasciando le beghe forumistiche di altrove, mi sono dedicata maggiormente ai racconti.

Sembra che i miei racconti piacciano . Molti mi chiedono se sono in parte o totalmente autobiografici, ma su questo punto gradirei non rispondere.

L'importante e' che donino emozioni, che possano essere vissuti nei loro "attimi", che possano essere guardati come delle fotografie animate.

Gullich, in un suo commento molto carino, ha scritto che sono capace di evocare suoni, profumi e colori... ebbene se cio' e' vero ne sono ralmente felice.

Certamente non sono cosi' brava da non fare errori (ortografici, sintattici, eccetera) ma ci siete voi tutti che mi fate notare dove ne ho commessi, dandomi la possibilita' di correggermi.

Purtroppo, pero', se mi dedichero' sempre piu' ai racconti, il ritmo dei miei post rallentera' perche' ogni racconto necessitera' di piu' tempo e piu' impegno.

Spero quindi mi perdonerete se a volte nel Blog troverete meno post, e quindi meno da leggere.

3 commenti :

Kamavirya ha detto...

Ciao Chiara, trovo i tuoi racconti molto piacevoli e concordo con Gullich circa quello che riescono (sarebbe meglio dire riesci) a suscitare durante la lettura.

Personalmente poi mi piace pensare che questi siano degli spaccati di vita vissuta da te in prima persona o comunque qualcosa che ti appartiene o che è stato parte di te (ad esempio "Storia di Vlada" o "Il cliente perfetto"), alimentando questa "alea" di mistero che IO consciamente ti attribuisco.

Credo però che chi legge il tuo forum abbia altrettanto piacere nel poter avere anche altri spunti di riflessione o discussione, come avviene nei post che riguardano più direttamente la quotidianità anche perchè sono momento e luogo in cui è possibile confrontarsi in un botta-e-risposta su tante tematiche, come ad esempio "Sincerità", "Forum che passione", "Il metodo sperimentato", tanto per citarne alcuni.

Insomma, a mio modesto parere, la formula finora utilizzata nel tuo blog mi è sembrata "vincente"...quindi perchè cambiare? ;-)

KAM

davide ha detto...

Cara Chiara,

io ho sempre considerato i tuoi racconti delle belle poesie: ha ragione l’amico Gullich quando dice che tuoi racconti evocano suoni, profumi e colori; alcuni provocano un senso di nostalgia che tocca profondamente il nostro cuore.

L’unico problema, almeno per me, è che i tuoi racconti essendo – di fatto – delle poesie sono difficili da commentare: per me le poesie non si devono commentare, ma viverle con passione e sentimento. La sera, quando ho un po’ di tempo, mi piace leggere delle poesie, soprattutto del Foscolo e di Leopardi: però riterrei fuori luogo commentarle, perché mi sembra qualcosa che attiene ai sentimenti e non alla discussione.

Inoltre quando un racconto ha più puntate viene spontaneo, almeno per me, aspettare la fine prima di fare i commenti.

Probabilmente la maggioranza dei tuoi lettori avrà idee diverse dalle mie, però ho sentito il bisogno di dirti la mia opinione.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Non ho detto che cambiero' ma che cerchero' di impegnarmi molto nella stesura di racconti.

Mi piace scrivere e penso si sia capito.

Spesso capito su siti web in cui giovani scrittrici si mettono in gioco e vi si trovano delle cose splendide.

Leggendo certi lavori mi rendo conto che ne ho di strada da fare.

Ovviamente continuero' a postare i miei commenti sui fatti che mi colpiranno quotidianamente.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics