lunedì 12 marzo 2007

0
comments
Vacanze sulla neve (Parte I)

 
"Schiaccio il tallone sull'attacco che si aggancia sicuro. Ho una voglia matta di provare i miei nuovi rc4 wc rc, ma soprattutto voglio mettermi velocemente in caccia.
La preda è quanto di più difficile si possa immaginare.
Una ex escort forseragioniere su uno snowboard con una tuta tecnica fintomilitare.
La zona di caccia va dalla nera della Fuorcla Grischa al ristorante del Lej de la Pesch.
Le possibilità di centrare il bersaglio sono assai prossime allo zero...
Naturalmente avete capito che mi trovo a St. Moritz, sono appena sceso dalla seggiovia e il mio obiettivo è quello di incontrare finalmente Chiara.

Lei ha scritto nel suo blog che avrebbe accettato un invito per una settimana bianca e io "so" che adesso si trova a St. Moritz, ospite nella casa di una sua amica.
Quindi mi infilo i guanti, afferro le racchette e mi butto nella pista della Fuorcla Grischa cercando due snowboardiste.
Appena gli sci cominciano a scorrere sulla neve perfettamente fresata dal "gatto", provo un sottile piacere nel sentire la tenuta perfetta degli spigoli. Aumento la velocità e parallelamente aumenta la sensazione di sicurezza. Infilo un paio di curvoni in conduzione "da spigolo a spigolo" quando intravvedo più in basso un paio di snowbordisti con una corporatura femminile. Uno o una indossa una tuta nera mentre l'altro o l'altra indossa proprio quello che sto cercando: una tuta mimetica.
Il mio istinto mi dice che l'ho trovata, lascio gli sci piatti e filo come un fulmine verso la mia preda.
D'un tratto scorgo con la coda dell'occhio una massa scura che piomba dall'alto ad una velocità pazzesca. Cerco di curvare sulla destra ma lo sciagurato, perso completamente il controllo degli sci, mi centra in pieno e così, quasi abbracciati, rotoliamo nella neve per un centinaio di metri mentre i nostri sci schizzano lontano da noi.
Inferocito mi rialzo, afferro il pirata della pista e gli strappo quasi il casco dalla testa....
"Ma.... ma porca puttana, Ugo, non dovevi andare a Kitzbuhel?.." gli urlo in faccia...
Lui accenna ad un imbarazzato sorrisetto...."Scusa Siggy... devo avere le lamine ridotte male...."
Le due snowboardiste intanto parlottano un po' tra loro e poi scivolano velocemente verso valle mentre io e Ugo stancamente andiamo a raccogliere gli sci sparpagliati sulla pista....

Siggy"


Incredibileeee!!!

Ma chi le ha date tutte queste informazioni a Siggy?

E poi non mi ha cercata nel posto piu' ovvio... all'ora di cena da Jöhri's Talvo! :)

Comunque e' sempre divertente leggere queste fantasie. Soprattutto quando stimolano la mia incontenibile vanita'.


PS: Approfitto di questo post per dare indicazioni su COME "raggiungermi" virtualmente (per chi lo desidera): inviando un commento ad un qualunque mio post (per inviare un commento basta crearsi un account Google) indicando l'indirizzo email al quale volete essere contattati (perdendo il mio vecchio account hotmail ho perso anche la rubrica con tutti gli indirizzi). Ovviamente non pubblichero' quel commento.

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics