venerdì 16 marzo 2007

0
comments
Note a margine di "Vacanze sulla neve"


Ricevo da Siggy il seguente messaggio e mi prega di pubblicarlo. Esaudisco il suo desiderio.
"Rilevo due piccole contraddizioni negli interventi di Blackbird. La prima sta nel fatto che in un racconto a più mani, chi subentra prende il racconto nel punto in cui si trova e lo porta avanti, magari rovesciandone completamente la prospetttiva e magari rendendo le circostanze difficili da essere gestite da parte del successivo intervento. Invece, scrivere espressamente che quanto detto precedentemente non è vero, è una palese infrazione rispetto alla struttura del genere.
Secondo. Subentrando in un racconto a taglio palesemente ironico, Blackbird propone viceversa dramma e azione. Peccato che per far questo si compiaccia di utilizzare la più sgangherata, la più cialtrona, la più deplorevole delle istituzioni della Repubblica Italiana, i servizi segreti. Nonostante gli sforzi, Blackbird rientra suo malgrado nella dimensione umoristica...

Siggy"

In effetti la colpa di tutto cio' e' un po' mia: dovevo stabilire delle regole. Non condivido i "giudizi" personali su determinate questioni che "esulano" dal contesto, ma posso essere d'accordo sulla regola di fondo.
Quindi, regole per i racconti a "piu' mani": da ora in poi chi subentra prende il racconto nel punto in cui si trova e lo porta avanti senza mai smentire le parole di chi ha scritto in precedenza. Ovviamente sono vietate le situazioni "assurde" o palesemente create per "mettere troppo in difficolta" chi interverra' successivamente (per esempio se l'azione si svolge di giorno non si potra' proseguire il racconto trasportando il tutto in una dimensione notturna).
Devo ammettere che questo "scontro" a 3 (finora a 3 ma mi sarebbe piaciuto che i contendenti fossero aumentati) mi intrigava e l'entrata in scena di Blackbird aveva creato un po' di... mistero.
Spero che coloro che hanno partecipato (Siggy, Ugosugo, Blackbird) non si ritirino sul piu' bello perche' mi piacerebbe che il racconto "vacanze sulla neve" proseguisse. Ovviamente con l'apporto dialettico anche di chi si sente in grado di poter intervenire.

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics