venerdì 23 marzo 2007

4
comments
La "debacle" delle bloggers dell'Est


Elena, Svetlanka e Valeska, tre ragazze che avevo inserito nel mio blog roll, da molto tempo non aggiornano piu' i loro blog.
Elena e' assente da febbraio mentre Svetlanka e Valeska hanno dichiarato di aver perso interesse.
E' un peccato perche' avrei gradito molto avere delle "cuginette" con le quali confrontarmi e condividere esperienze.

4 commenti :

davide ha detto...

Cara Chiara

Anche a me dispiace che queste cuginette, di fatto, hanno abbandonato il loro blog.

Constato che sono molti quelli che dopo un pò non aggiornano più il loro blog. Come ben sai anche il nostro amico Ughetto non aggiorna più il suo: tutto sommato mi dispiace perchè era talmette sciocco e fuori di testa da apparirmi simpatico.

L'importante è che tu non ti stanchi mai di scrivere le belle cose che ci doni. Anche fra cinquanta anni io voglio poter leggere le cose interessanti che pubblichi su questo magnifico blog.

Se un giorno dovessi sentirti un pò stanca, ricordati che il tuo popolo ha bisogno di te; credo che se un domani tu chiudessi questo blog il Signore - anche se hai fatto comunque tantissimo bene - ti condannerebbe a tre ore di purgatorio, quindi non lasciarci mai.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@Davide: Gradirei moltissimo se tu nei commenti non facessi riferimenti di tipo "religioso". Grazie.

Inoltre avrei una domanda per te: Tu dici che le tue colleghe di lavoro leggono questo blog. Ebbene, cosa dicono del fatto che sei un puttaniere dichiarato?

davide ha detto...

Cara Chiara

Hai perfettamente ragione, è scorretto fare riferimenti di tipo religioso: non lo farò più (almeno ci proverò).

Quanto alle mie colleghe loro sanno che non sono sposato e neppure fidanzato, pertanto non si stupiscono se qualche volta vado con delle escort.

Tieni conto che sono abbastanza ricco e in genere si dà per scontato che chi è ricco può fare quelle che vuole, mentre (purtroppo) la gente è sempre pronta a criticare i poveri: lo so che è ingiusto però è così che va il mondo.

Le discussioni con le mie colleghe (che non sono delle moraliste, ma persone franche e sincere) riguardano l'aspetto dello sfruttamento di queste ragazze, che involontariamente, con il mio comportamento, potrei facilitare.

Io credo che lo sfruttamento di queste ragazze esista, però penso che ci sia anche chi lo fa per scelta, per qualche anno, al fine di accumulare tanti soldi per poi iniziare un'altra attività.

Le nostre discussioni, anzichè su aspetti morali, riguardano l'effettiva libertà di scelta di questa professione da parte delle ragazze che la praticano.

Tanti saluti dal tuo Davide

davide ha detto...

Cara Chiara

Voglio fare una piccola precisazione rispetto al mio precedente commento.

Quando parlo delle mie colleghe faccio riferimento a 3/4 persone, con cui sono in stretti rapporti di amicizia. Lo specifico perchè io lavoro in un grande ente e non vorrei che qualcuno pensasse che io vado in giro con un autoparlante per proclamarmi puttaniere.

Poichè lavoro con queste colleghe da tantissimi anni è abbastanza normale che si parli anche di certe cose (Gullich permettendo).

Non credo che il fatto che io vado con le escort influisca più di tanto sul giudizio che le mie colleghe hanno di me.

L'unica cosa che ritengo negativa di questo comportamento, sono tutti i problemi legati allo sfruttamennto delle ragazze. Loro pensano che le ragazze che fanno questo lavoro lo facciano per costrizione (miseria o, peggio, papponi) anzichè per libera scelta.

Io resto del parere, a differenza delle mie colleghe, che alcune ragazze lo fanno per libera scelta, per fare tanto denaro in poco tempo.

No so se ho ragione io o le mie colleghe, credo che bisognerebbe sentire cosa dicono le escort.

Sarebbe interessante sapere se quella nostra amica, Gaia, che ti ha scritto alcuni giorni fa per chiederti consigli, vuole esercitare la questo lavoro liberamente o perchè costretta, dalle circostanze o da qualcuno.

Tanti saluti dal tuo Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics