mercoledì 14 marzo 2007

8
comments
Il colore verde


Un film di Spielberg e' intitolato "Il colore viola"...

Lunghissimmo e lentissimo. Per alcuni critici un capolavoro, ma i gusti non sono tutti uguali per cui a qualcuno puo' non essere piaciuto.

D'altronde questa differenza di gusti e' normale e se poi parliamo di "fisicita'" (maschile o femminile) ciascuno/a di noi ha le sue preferenze per determinati dettagli che possono risultare gradevoli oppure no.

Per quanto mi riguarda, l'ho detto piu' volte, la fisicita' del maschio non e' importantissima. Ovviamente non deve sembrare il mostro di Lockness, ma se anche ha dei lineamenti un po' forti oppure non e' altissimo o longilineo, puo' essere ugualmente attraente.

L'importante e' che non si pettini i pochi capelli rimasti costruendosi il "riportino" (molto meglio una totale rasatura), che abbia occhi vivaci, delle belle mani, una bocca sana e, soprattutto, un buon odore.

Se pero', per quanto riguarda gli uomini, la mia attenzione non va totalmente alla loro fisicita' ma va alla loro capacita' di comunicare e alla loro "simpatia" (che sono anche indici d'intelligenza), per le donne e' diverso e nei loro confronti mi capita di essere fortemente critica.

Credo che tutte siamo un po' abituate a "misurarci" esteticamente con le altre. Difficilmente resistiamo a seguire con lo sguardo una donna che reputiamo molto bella e spesso ci capita di "invidiare" certe bellezze (e quindi di ingelosirci) se il nostro accompagnatore volge i suoi occhi, anche se falsamente in modo distratto, per rimirarle.

Non esistono oggigiorno in Italia molte modelle che si propongono (pubblicamente) anche come cortigiane accompagnatrici. La maggior parte delle ragazze arrivate dopo il 2000 sono "improvvisate" e quasi sempre provengono da "realta' diverse" da quelle "raffinate" del mondo della moda. Le modelle (quelle vere) sono presenti per lo piu' in un circuito ristretto, difficilmente accessibile ai "fruitori" medi. Agiscono per "passaparola" e non si sognerebbero mai di mettere annunci in internet mostrando il loro volto abbinato alle loro nudita'.

Diciamo che l'Italia e', nonostante l'altissima percentuale di "fruitori" di sesso a pagamento che esiste, una nazione ancora, per molti versi, "provinciale" ed in cui l'offerta e' numerosa ma qualitativamente bassa.

Chi legge C69 sa benissimo la differenza che esiste, non solo in cio' che certi Paesi "offrono" come "operatrici e relativi servizi, ma soprattutto in un diverso livello di clientela.

In questo mondo completamente estraneo agli immondezzai provinciali sui quali si basa la realta' del 90% dei "punters" italici, QUESTA RAGAZZA e' considerata (forse) una delle migliori escort degli ultimi 6-7 anni.

Chi ha un minimo di onesta' intellettuale potra' dire tutto, ma al di la' della soggettivita' del gusto estetico non potra' mai dire che la ragazza non e' bella.

27 anni, alta 1.83, fisico perfetto, il viso non strabiliante ma e' bello quel tanto che basta, ha un sorriso "killer", occhi affascinanti e (la si vede) una classe che molte se la sognano.

Posso capire che ci sia chi la critica, come capisco chi critica il film di Spielberg, ma sono certa che quando quella ragazza entra in un qualsiasi luogo ove sono presenti uomini, sicuramente fa ingelosire piu' di una donna.

E la fa ingelosire talmente tanto da farle assumere un colore VERDE.

8 commenti :

davide ha detto...

Cara Chiara

Pur avendo frequentato abbastanza assiduamente il mondo delle escort, non mi è mai capitato di incontrare delle modelle che svolgessero anche l'attività di accompagnatrici. Immagino che costoro chiedano parcelle astronomiche. Dal punto di vista economico sono convinto che - essendo io abbastanza ricco - qualche volta potrei permettermele. Però mi chiedo se vale la pena spendere una fortuna per questo tipo di escort.
Negli ultimi anni ho incontrato molte ragazze particolarmente belle che praticavano la professione di escort, la gran parte proveniente dai paesi dell'est Europa. Fra queste, davvero molto carine, ho trovato le ragazze rumene, di cui conservo un ricordo molto bello non solo per la loro bellezza, ma anche per la loro carica umana. Non essendo mai stato con una modella non posso fare paragoni, ma dubito che sarebbero davvero migliori di alcune ragazze dell'est che ho avuto la fortuna di conoscere.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Fa piacere che ci sia in Italia qualcuno che si dichiara pubblicamente "ricco"... non lo fa nessuno.

Farai la felicita' di Padoa Schioppa e di Visco :))))

A parte gli scherzi, non ho detto che le ragazze dell'est non sono all'altezza di poter fare le modelle, anzi molte delle ragazze che oggi "sfilano" in Europa provengono proprio dall'Est. Dico solamente che per poter fare la top escort (o courtesan o come vuoi chiamare una ragazza che sia piu' paragonabile a Jori's Talvo che alla friggitoria all'angolo) non occorre soltanto essere "carina" ma si devono possedere altre qualita' oltre a "saperlo fare".

Ma questa, ovviamente, e' una discussione che non porta da alcuna parte in quanto ciascuno ha le proprie convinzioni.

Cio' che invece era l'argomento del post riguardava la predisposizione alla critica nei confronti di una ragazza che ha delle gambe lunghe 1 metro e venti da parte di chi a malapena riesce ad arrivare alla meta' :))))

duval ha detto...

Io ho avuto l'occasione e la fortuna di incontrare Yolanda due volte; la prima volta anni orsono. La considero una delle cinque migliori escort da me conosciute, ma ovviamente i gusti personali sono appunto "personali".
Ho avuto anche la fortuna di non incontrare mai la Sabrinona che mi pare una borgatara ricostruita ma ovviamente è solo una sensazione tratta da EF.
Però che la Sabrinona non trovi "nulla di speciale" nella collega non mi sorprende affatto.

Un piccolo suggerimento a Davide, se mi è consentito:
perchè tentare generalizzazioni? Ci saranno modelle migliori di alcune ragazze dell'est e modelle peggiori e viceversa. Ci saranno attricette, hostess, commesse e casalinghe migliori o peggiori di alcune ragazze dell'est (e magari anche dell'ovest).
Infine scusami ma devo dirlo: non potresti eliminare dai saluti quel "tuo" un pò servile?

davide ha detto...

Cara Chiara

Hai ragione, probabilmente sono uscito involontariamente dal tema che avevi posto.

Per quello che riguarda il “ricco”, ho detto solo che sono “abbastanza ricco”, nel senso che non posso certo lamentarmi per le mie condizioni economiche, non perchè giro con le ferrari.

Quanto alle tasse in Italia - anche se cambiano spesso i governi - constato che il peso maggiore grava sempre sui ceti medio-bassi (ricchi e furbi riescono sempre a farla franca).

Non ho capito bene il significato del tuo riferimento all’altezza delle donne. Magari una donna può preferire – a parità di altre condizioni – un uomo alto di statura. Ma non credo che l’altezza di una donna interessi molto un uomo. Personalmente io preferisco le donne con statura media, anche se non ho mai fatto particolare attenzione a questa caratteristica delle donne.

Quanto alla richiesta dell’amico Duval, di essere un po’ meno servile con la meravigliosa Chiara, faccio presente che non posso accettare il suo consiglio (sempre che non me lo chieda l’interessata), perché voglio essere lo scudiero (o almeno – in subordine – il paggetto) della nostra grande principessa Klàra.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ Davide:
Considerazione 1) non perchè giro con le ferrari. Ahi, ahi, ahi, ahi... cio' e' veramente preoccupante anzicheno' :))))

Considerazione 2) Non ho parlato di altezza delle ragazze ma di "lunghezza di gamba" (e nel caso pietoso della persona in questione anche di "circonferenza")... e' una cosa diversa, sai?
Ti assicuro che ai "casting" in cui vengono scelte le modelle a certi "dettagli" ci fanno molta attenzione. Ovviamente se la "fisicita' da' un valore aggiunto ad un meeting con una ragazza che paghi... Io credo lo dia almeno per il 99% dei casi :)))

Tutte le altre storie riguardo all'intelligenza eccetera sono si' importanti A CONDIZIONE CHE sia rispettata la regola n.1 e cioe' che la ragazza deve rispettare i canoni di bellezza.

Se la bellezza (come ho detto nel post) e' soggettiva esistono comunque dei "parametri" che sono universali a prescindere e cioe' a nessuno verrebbe in mente di pagare il mostro di Lockness solo perche' e' simpatico o intelligente... a meno che non abbia il gusto dell'orrido.

Poi la fascia di gradimmento puo' essere piu' o meno ampia. intendo dire che possono piacere seni piccoli o grando, ragazze alte o piu' basse, lineamenti marcati o meno, ma certe "basi" devono esistere(proporzioni, assenza di palesi difetti, cura della persona, eccetera) altrimenti che senso ha pagare diverse centinaia (se non migliaia) di euro per accompagnarsi ad una ragazza?

Se un uomo vuole trovare una "compagna" (anche per una sera) brutta non credo ci siano problemi :)))

davide ha detto...

Cara Chiara

Adesso ho capito cosa intendevi quando parlavi della lunghezza delle gambe delle ragazze, che io avevo - ormai lo sai che non sono troppo sveglio - confuso con un discorso sull'altezza delle donne.
Per me le gambe sono molto importanti per la bellezza e la sensualità di una donna. Però quello che conta è che abbiano un bel disegno (con delle belle ondulazioni - non so spiegarlo bene con le parole, dovrei fare un disegno e non mi sembra il caso), non che siano particolarmente lunghe. Ho notato che le modelle che hanno lunghe gambe in genere non hanno un bel disegno, ma hanno dei lineamenti troppo giometrici. Naturalmente ognuno ha i suoi gusti (che non è detto che siano in sintonia con il mondo della moda).

Nella civiltà greco-romana (per non parlare delle antiche civiltà orientali: persiana, indiana, araba)la donna bella era la donna grassa (comunque che aveva tante curve), mentre la donna magra era considerata brutta.

Per il resto sono d'accordo con tutto quello che hai detto.

Tanti saluti dal tuo Davide

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

@ Duval: da donna posso dirti cio' che, in un certo senso, invidio a Yolanda: alcuni centimetri in piu' (anche se non sono la piu' bassa del reame) ed alcuni anni in meno (anche se non sono la nonna Abelarda).

Che poi la "borgatara" abbia da invidiare il doppio non mi sorprende, dato che sia in centimetri che in eta' il divario fra i centimetri e l'eta' e' molto maggiore. :))). In piu' mi pare che abbia anche da invidiare diversi chili in meno.

Comunque non credo che tu abbia espresso un giudizio su Yolanda in merito alla sola bellezza, ai centimetri e all'eta'.

Credo che tu abbia espresso un giudizio ("una delle migliori 5 mai incontrate") in merito ANCHE ad altre qualita' che le hai trovato.

Ed il tuo giudizio e' condiviso da moltissime persone con le quali ho potuto parlare per cui ci credo.

Mi sono infatti sorpresa nel vedere 3D aperti e discussi da chi da un certo livello di ragazza (e di servizio) e' non solo distante, ma anche destinato a non avere mai la possibilita' di avvicinarcisi.

Un po' come quelli che avendo trascorso semprele vacanze a Milano Marittima osano criticare le Seychelles.

Io credo che l'invidia, quella negativa, quella che spinge ad odiare e non a confrontarsi per migliorarsi, quella che fa il sangue amaro, sia una pulsione oggigiorno dominante che determina molti dei giudizi che si vedono espressi.

Non solo sulle escort.

davide ha detto...

Cara Chiara

Voglio fare una piccola considerazione sui parametri con cui vengono scelte le modelle dai “padroni” della moda.

Tempo fa , parlando con un mio amico dentista, mi disse che ci sono ragazze che perdono i denti, perché hanno fatto delle diete assurde per apparire magre come delle modelle.

Non so perché la maggior parte delle modelle vengono scelte fra donne così magre e alte; Personalmente io preferisco le donne con statura media e con un po’ di belle curve, ma i gusti sono soggettivi (la mia donna “ideale” dovrebbe avere le curve della Lolobrigida).

Faccio presente, per far capire come i gusti sono soggettivi, che delle donne magre con gambe lunghe un metro nelle antiche civiltà orientali sarebbero state considerate brutte: un incrocio tra una donna e un ragno.

Il problema, a mio avviso, è che questo modello di donna (molto magra e alta), propagandato dagli imbecilli della moda, sta provocando non pochi danni, in particolare l’anoressia.

Credo che sarebbe una cosa buona se questo blog aiutasse le ragazze a capire che seguire certi modelli può essere dannoso.

Tanti saluti dal tuo Davide

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics