giovedì 1 febbraio 2007

1
comments
Testimonianza


"parlando con alcune ragazze dei postriboli... , ti senti dire che sognano di cambiare vita... , una vita onesta e dignitosa... , chissà perchè quando parli di "lavoro onesto"..., sveglia alle 5.00 di mattina..., stipendio da operaia..., voltano in su il naso e cambiano argomento..."

Stipendio da operaia... sveglia alle 5.00... occupazione precaria e senza alcuna garanzia contrattuale...

Bello! Proprio il genere di "lavoro onesto" che tutti/e cercano.

E poi si domandano perche' una ragazza "carina" invece di farsi "fottere" in quel modo preferisce essere lei a "fottere" qualche pollastro.

Una che ho avuto modo di conoscere (ex collega) prima d'iniziare faceva la cameriera in un pub. Il datore di lavoro la voleva vestita sempre in minigonna e tacchi a spillo (perche' era giovane e carina), cosi' da attrarre i clienti.

Spesso dopo il lavoro la palpava facendo finta di scherzare goliardicamente ed una volta le fece persino una proposta concreta: un BJ in cambio di 50.000 lire (parlo di alcuni anni fa).

La tapina ancora non capiva bene come funzionavano le cose e 50.000 lire rappresentavano per lei il salario di 2 giorni di lavoro... accetto'.

Da quel momento divenne la "troia" del locale (il datore di lavoro era una rana dalla bocca larga) e tutti si permisero di farle proposte... chi le offriva 50... chi 60... chi (tirchio) trattava sul prezzo... insomma, cose che sappiamo.

Fino a quando incontro' un tizio che le fece una proposta di 1 milione perche' passasse con lui una notte.

Da quel momento e' sparita senza neanche ritirare la liquidazione.

Il suo datore di lavoro spera sempre che lei ritorni... un giorno o l'altro.

Non si puo' mai sapere che cosa si deve volere perche' si vive una vita soltanto e non si puo' ne' confrontarla con le proprie vite precedenti, ne' correggerla nelle vite future. (Milan Kundera)

1 commento :

ugosugo55 ha detto...

e io che mi facevo palpare per 20000 lire!!!!!!!!!!! :-((((((

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics