sabato 27 gennaio 2007

6
comments
Truffatrici?


Vorrei oggi affrontare il discorso sul termine "truffatrice" che spesso viene dato alle ragazze che non mettono foto proprie negli annunci che fanno in internet. Ricordo che quando iniziarono ad apparire sul web i primi annunci di ragazze che si prostituivano (e che prima di tale mezzo utilizzavano le agenzie o gli annunci sui quotidiani) alcune di queste non usavano foto loro, ma inserivano immagini di modelle perche' (dicevano) non volevano che qualcuno le riconoscesse solo vedendo la loro silouette.

Infatti se si conosce una persona difficilmente un mascheramento del viso ci potra’ ingannare.

Ancor oggi questa e’ considerato un modo per “proporsi” sul web senza rischiare di essere riconosciuta dal salumaio sotto casa (che magari e’ un assiduo frequentatore di immondezzai ed affini).

Anche se in vita mia non ho mai usato tale espediente non riesco a considerare tale “escamotage” come pratica criminale al pari della truffa.

Perche’ in tal caso internet e’ pieno di beni o servizi che non corrispondono al reale o promettono cose impossibili (farmaci miracolosi che curano l’impotenza, sistemi per vincere alla lotteria, lenti a contatto che sulle foto paiono di un colore e poi quando ti arrivano a casa sono tutt’altro).

Gli stessi annunci di maghi o cartomanti dovrebbero (secondo la logica di chi da’ delle truffatrici alle ragazze che mettono foto non loro) essere truffatori, ma dato che i giornali sono pieni dei loro annunci, presumo che la legge non li consideri tali (che qualcuno non venga a parlare di Vanna Marchi perche’ in quel caso, se la signora si fosse limitata a vendere legnetti e sale senza proferire minacce personali, nessuno si sarebbe sognato d’inquisirla).

Secondo me la TRUFFA e’ ben altro.

6 commenti :

Beyazid II Ottomano - Sultano di Costantinopoli ha detto...

Sono concorde con voi nel ritenere inappropriato il termine "truffatrici" per le ragazze di cui avete parlato, e non solo e non tanto per onestà e rispetto nei loro confronti, bensì soprattutto per correttezza d'informazione alla clientela, la quale non ha alcun interesse a sentire inflazionato tale termine: in tale caso, infatti, non potrebbe più riconoscere con chiarezza e immediatamente le VERE truffatrici, ossia coloro le quali ricevono il denaro in anticipo e poi si dileguano (a proposito: la goccia 10?).

La differenza fondamentale fra le ragazze che mostrano foto non proprie e, dall'altro lato, tanto le "truffatrici sessuali", quanto i truffatori che vendono oggetti non rispondenti alla descrizione è presto detta: nel primo caso un cliente può benissimo, una volta verificato come la fanciulla non corrisponda ai propri desideri ed alle proprie aspettative, andarsene senza pagare nulla, mentre nell'altro caso, una volta inviato il pagamento, nulla si può fare se (nel caso delle truffe escortistiche) la ragazza non si presenta o se l'oggetto inviato (nel caso di acquisti online) è differente da quanto visto in rete.

Resta inteso che, se prenoto un appuntamento con una escort presente sul web come modella ventenne alta un metro e ottanta centimetri, dalle lunghe chiome e dalle misure novanta-sessanta-novanta, e all'incontro si presenta una tarda-trentenne alta la metà e larga il doppio, e con i capelli strinati, pur non subendo truffa alcuna (ché con gesto celere prenderei congedo) non potrò essere contento del tempo perso, degli appuntamenti rinviati per lei e del viaggio a vuoto, e mi formerò un'opinione negativa della di lei professionalità (che opportunamente riporterò sui forum all'uopo preposti).
Anche evitare questo è uno dei motivi per preferire (pur a fronte di un costo superiore) agenzie serie e con riconoscimento legale (con la possibilità quindi di inserire foto vere senza tema giudiziario o morale), oppure escort note ed operanti in paesi liberali per leggi e costumi (come Germania o Svizzera, ove, pur evitanto la volgarità e l'esplicitazione pornografica, il servizio, i rate e le bellezze possono essere correttamente mostrati).

SALUTI DALLA SUBLIME PORTA

Playmode ha detto...

Ciao Klàra.
allora, il termine truffatrice...
sembra proprio che tu non abbia letto la mia risposta nel tuo intervento intitolato "Playmode".
Se rileggerai avrai la descizione giuridica del termine, e capirai che Milena rispecchia a pieno ciò che il codice penale intende per "truffa". Ti ho portato anche un esempio...ti invito a rileggere. Chi si fa pagare in anticipo (per incontri di 3 ore), sulla base di foto false cos'è? Su dimmelo, se hai onestà intellettuale come credo lo vorrei sentir dire da te...un saluto.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Tu ci sei stato?
Ti ha chiesto soldi in anticipo?
Li hai dati?
Per caso li hai chiesti indietro e lei non te li ha restituiti?
Conosci qualcuno al quale sia accaduto tutto cio' che ho detto?
Oppure sono tutte supposizioni?
Sai una cosa? Una volta (la prima e l'ultima) pagai una vacanza con uno di quei Club che organizzano i viaggi "tutto compreso".
Il viaggio fu da incubo ed il cibo faceva schifo.
Eppure sul depliant promettevano cose mirabolanti.
Insomma... mi aiuti tu a dare dei TRUFFATORI a questi personaggi?

Baudelaire999 ha detto...

mi spiace ma è TRUFFA. se vuoi mettere altre foto devi scrivere da qualche parte che le immagini sono puramente indicative, come sulle scatole dei biscotti. scusa chiara ma seguo la tua logica rigorosa.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Cavolo Milena ecco qua la soluzione: da qualche parte nascosta nel tuo sito, magari scritto in caratteri microscopici imitando le compagnie d'assicurazione, scrivi che le foto sono indicative e non potranno piu' darti della truffatrice.

Baudelaire999 ha detto...

esatto..gli assicuratori l'hanno capito da anni (secoli???) come fare..basta imitarli e puff..non sarà più truffa. tieni conto che questo delle escort è un lavoro che non è certo stto la lente di ingrandimento delle associazioni consumatori e della magistratura o delle autorithy varie.. quindi ognuno fa quel che vuole e non si pagano tasse oltre tutto. però se applichiamo le regole che soon in uso nel commercio cosi stanno le cose. non puoi pubblicare foto non tue senza specificarlo, è pubblicità ingannevole.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics