sabato 6 gennaio 2007

6
comments
L'utilizzo di Google


E' cio' che fa la differenza...
Puo' trasformare un analfabeta in un dottore, un portinaio in un avvocato, una shampista in una poetessa. Se poi a Google si abbinasse il CopyNPast (copia-incolla - ndr), allora ne potrebbero uscire dei veri e propri capolavori forumistici.
Persone che normalmente sono note per scrivere post monosillabici (e dai concetti mononeuronici) si trasformerebbero in autentici fenomeni: Zwallyz potrebbe essere Pico Della Mirandola e Charun un giornalista esperto di viaggi a Fuerteventura ha scritto sette post quando sarebbe bastato mettere un semplice LINK).
A volte il Google ed il CopyNPast diventano una miscela micidiale per "alloccare" gli altri forumisti in modo da "apparire" colti: "... ciao, tu cosa fai nella vita? Io ho due lauree... quasi tre... e gestisco una multinazionale che ha sede a Macao" oppure "....L'insostenibile leggerezza dell'essere? Ti e' piaciuto?... L'ho scritto io qualche anno fa... il mio nick era Milan Kundera"
Insomma ormai Google non ha piu' confini; ha abbattuto le barriere della diseguaglianza e dell'ignoranza, ha realizzato cio' che 2.000 anni di Cristianesimo e 70 anni di Comunismo non sono riusciti a fare: ha reso tutti gli uomini (e le donne) uguali.... e felicemente colti.
Non piu' "caste" o corporativismi, non piu' settarismi, non piu' discriminazioni: operatori ecologici, professori universitari, babbei o premi Nobel... tutti esattamente uguali.
Ormai possiamo dire di vivere in un mondo d'uguaglianza in cui la sola differenza la fanno il motore di ricerca e la velocita' del microprocessore.
Anche per le lingue e' uno scherzetto... si vuol essere Principessa Russa? Esule Polacco? Puttana Francese? Mandarino Cinese? Aborigeno Australiano?
Non c'e' problema, basta un click e ci si trasforma in qualsiasi cosa si desideri.
Neanche la fatina di Cenerentola sarebbe in grado di far meglio.
Eppure, anche nell'uso di tali strumenti, si notano delle differenze sostanziali e vi si possono scorgere i "fuoriclasse" e le "schiappe".

6 commenti :

MoViDaLoCa.nET ha detto...

ma l'orgoglio personale di scrivere, di dire qualcosa di proprio, dove è andato a finire? Io mi rifiuto di copiare articoli e messaggi da altri siti. Se proprio debbo, ho la correttezza di riportarne la fonte!

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Infatti mi sono dimenticata di dire che quest'"uguaglianza" culturale viene ottenuta a discapito della fantasia...
Che ormai e' morta.

gullich ha detto...

mica vero....

a compulsare notizie su goggle sono capaci più o meno tutti.poi c'è chi èpiù o meno bravo a gestirle, ma cultura è altro...

cultura è sentire, sapere, vivere quello che in anni di esistenza si èsperimentato e goduto come mezzo di crescita... letture, curiosità, tormenti...

chiunque oggi può far finta di essere padrone di proust, ungaretti, o montale...

ma le quattro nozioni di goggle sono nulla in confronto al piacere della lettura.

nessuan uguaglianza e nessuna morte della fantasia, imho.

la stessa differenza che esisteva fra chi, 30 anni fa, sfogliava un nozionismo da settimana enigmistica alla rubrica "lo sapete che" e chi aveva letto, respirato ed assimilato.

uno charun o uno zwalliz non diventeranno mai quello che non sono. semmai potranno un pòimbonire, aiutati da goggle, ma nulla più. :-)

duval ha detto...

Mi pare ci sia un pò di confusione.
Google, la Treccani, i manuali della Hoepli, la biblioteca di Alessandria ... sono strumenti di conoscenza utili se non indispensabili. Se poi uno utilizza ciò che legge non per arricchirsi ma per barare è un immaturo, o un insicuro, comunque un poveraccio.
La novità di Google sta nella comodità: se voglio sapere quando si seminano i finocchi e fuori piove, non devo andare alla ricerca del manuale del perfetto ortolano.

La fantasia, l'invenzione, la "creazione" non le uccide certo Google; o sei capace o non lo sei.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

duval, forse con un po' di sarcasmo, io ho detto la stessa cosa.
google per alcuni e' uno strumento di consultazione veloce in cui, per andare a cercare le cose, DEVI SAPERE COME E COSA CERCARE.
non basta digitare e copia incollare.
ma questo lo sappiamo io, te, gullich, il sultano e pochi altri...
ma altri lo utilizzano per farsi "belli" e mentre nella realta', se parli con un interlocutore ti accorgi se legge su un foglietto, nel virtuale questo e' impossibile.
e poi anche del copia incolla, se si e' capaci, si puo' ralizzare un opera unica ed intelligente sapendo scegliere COSA copia incollare.
ricordo "Nuovo Cinema Paradiso" di Tornatore e la scena dei baci "tagliati"... un capolavoro.

Willyco ha detto...

D'accordo con quanto detto per evidenziare la differenza tra l'informazione e la conoscenza. Resta il fatto che un'informazione non reperibile con un motore di ricerca tende a perdersi (nel senso che perde capacità di influire sull'interpretazione e la visione del mondo) Il motore di ricerca crea una gerarchia di accessibilità che va a scapito di tutto quanto non consente un accesso informatizzato.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics