giovedì 25 gennaio 2007

2
comments
L'escort perfetta


Sono come un cristallo... chiara e trasparente (da qui anche la scelta del mio nick) e tale mi va di restare. Per questo ho scelto il virtuale come "realta'" ove agire la mia personalita'. La realta' reale e' ancora inficiata da comportamenti legati al moralismo ipocrita e sessista.

Ovvio che le mie radici dell'est mi hanno aiutata molto a non avere sensi di colpa o problemi morali per cio' che facevo.
Cortigiane rinascimentali, geishe giapponesi... concubine orientali... prostitute si' ma di tipo "speciale". A loro mi sono ispirata.
Nell'immaginario collettivo la figura fiabesca di Sheherazade rappresenta l'escort perfetta: colei che riesce a far sognare l'uomo usando la sua sagace intelligenza.

2 commenti :

Beyazid II Ottomano - Sultano di Costantinopoli ha detto...

E come dimenticare Clodia, la Lesbia di Catullo, quella ch'egli, nei momenti d'ira e di gelosia, chiama la "donna di tutti", la donna elegante, raffinata, colta, ma anche libera nei suoi atteggiamenti e nel suo comportamento, a metà fra la musa letteraria (che fa sognare) e la cortigiana (che fa spendere)?

"Vivamus mea Lesbia,atque amemus,
Rumoresque senum severiorum
Omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt;
Nobis cum semel occidit brevis lux,
Nox est perpetua una dormienda.
Da mi basia mille, deide centum,
Dein mille altera, dein seconda centum,
Deinde usque altera mille, deinde centum.
Dein, cum milia multa fecerimus,
Conturbabimus illa, ne sciamus,
Aut ne quis malus invidere possit,
Cum tantum sciat esse basiorum."


["Dobbiamo mia Lesbia vivere, amare,
le proteste dei vecchi tanto austeri
tutte, dobbiamo valutarle nulla.
Il sole può calare e ritornare,
per noi quando la breve luce cade
resta una eterna notte da dormire.
Baciami mille volte e ancora cento
poi nuovamente mille e ancora cento,
e dopo ancora mille e ancora cento,
e poi confonderemo le migliaia
tutte insieme per non saperle mai,
perché nessun maligno porti male
sapendo quanti sono i nostri baci".]

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

ALTRI COMMENTI A QUESTO POST

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics