martedì 30 gennaio 2007

10
comments
Il francobollo piu' raro?


L'altro giorno, dialogando con uno dei miei amici e confessandogli di come le persone mi contattino tentando di ottenere un appuntamento, ad un certo punto lui se n'e' uscito con un'affermazione che, li' per li', ho preso come una battuta ma poi, in seguito, ripensandoci, mi ha fatto riflettere.

La frase esatta non la ricordo, ma il senso era piu' o meno questo: "Se tu adesso volessi, potresti chiedere il triplo rispetto a quello di una volta, ed avresti la fila di curiosi che lo pagherebbero pur di potersi concedere la "biblica" conoscenza di Chiara di Notte".

Ovvio che voleva essere un complimento per farmi capire che adesso, grazie ad un certo "mistero" che mi sono creata intorno e, soprattutto, all'essermi "esposta" nell'intimita' tramite gli interventi nei vari social network ed in questo blog, un appuntamento con la sottoscritta assumerebbe per molti il significato di aver potuto mettere le mani su un "pezzo raro" da collezione.

Nonostante ritenga di avere una minima conoscenza dell'universo maschile, ancora pero' non riesco a comprendere bene cosa potrebbe motivare un uomo a pagare una cifra assurda per uscire con una donna ormai non piu' giovanissima e, sicuramente, assai meno attraente di una volta.

Possibile che le parole, i pensieri, le idee e le opinioni espresse con questo nickname (perche' tale io sono) riescano ad aggiungere valore ancor piu' dell'aspetto fisico?

Se fosse cosi', e cioe' esistessero realmente persone propense ad incontrarmi, non tanto per il mio aspetto (che pochissimi conoscono), ma soprattutto per il personaggio "Chiara di Notte" e per cio' che ha saputo esprimere nel web, significherebbe che l'escort, quando si va oltre la prostituzione, non e' desiderata solo per il rapporto sessuale che offre, cosa che puo' essere ottenuta da una qualsiasi ragazza che esercita il mestiere per poche centinaia di euro, ma che il cliente e' piu' interessato a "fottersi la sua testa" piuttosto che il suo corpo.

Purtroppo non ho ne' il modo ne' la voglia di verificare in quanto, se cedessi alla tentazione, forse avrei il carnet degli appuntamenti pieno, ma poi sicuramente mi esporrei troppo, e vanificherei gli sforzi che ho fatto per riallineare la mia vita ad una nuova condizione. Chi fa una scelta come la mia non torna indietro, ma a volte e' divertente immaginare come sarebbe.

"Chi tende continuamente "verso l'alto" deve aspettarsi prima o poi d'essere colto dalla vertigine. La vertigine e' la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, e' il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura" (Milan Kundera)

10 commenti :

duval ha detto...

Io sono uno di quelli ... ma non vorrei fottermi la tua testa ... al massimo farmi fottere la mia.

gullich ha detto...

trovo l'epressione "fottersi la testa" spiacevole anche solo dal punto di vista fonetico.

l'argomento è interessante ... ed il tuo chiederti conoscendo già larisposta un bell'esercizio di retorica ed arguzia che però stimola le riflessioni altrui (oltre che le tue,penso): quindi, more solito, sei attraente in maniera intelligente.

una scopata la ottieni dovunque, il mero sesso inteso come congiunzione fisica è un apsetto animale e oggettivo. Vi sono splendide fanciulle, giovani, carine, disinvolte e garbate (rare come un ago in un pagliaio) che fanno le loft e soddisfano quella esigenza immediata.

ciò che però forse cerca chi guarda appena oltre il proprio sesso è lasintonia, il coinvolgimento, la cpacità di interazione, una bella testa, in realtà cerca l'esatto contrario di un oggetto di soddisfazione ma cerca un soggetto di soddisfazione.

cosa che a mio avviso è una contraddizione in termini, perchè l'intima a profonda soddisfazione da un soggetto si ha conoscendolo e frequentandolo nelle libere praterie non in cattività.

e circostanza che in un colpo solo massacra le teorie turche su venere prostituta.

credo che tuttavia ciò che renderebbe attraente l'escort chiara di notte per una moltitudine non sarebbe il desiderio della farfalla più rara da mettere nell'essicatoio ma l'idea della possibilità di rapportarsi ad un qualcuno che attrae, affascina ed è talmente in gamba da apparire inavvicinabile con i mezzi di comune rapporto.

la pia illusione, forse, è che il soldo possa dare chiara di notte e la persona che vi è dietro e che scrive in questi luoghi... mentre, forse, darebbe solo una rappresentazione di un leone in giro per la savana.

vedo anche altre sfaccettature dietro il possibile vasto interesse per la escort chiara oggi, ma diventerebbe lunga esporle qui...

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Gullich: ti manca il tempo e lo spazio per esporle qui?

Duval: e' forse, la tua, una proposta? :)))

ugosugo55 ha detto...

io chiara me la chiarerei,e lo farei anche gratis!!!!!!!!
:-))))))
p.s. non e una proposta,e una cosa che faccio gia da piu di un anno!!!!!!!!!!!!!!!!!:-)))))
p.p.s. chi ha detto che per "possedere" una persona c'e bisogno necessariamente del contatto fisico?
a volte basta ridere insieme o vivere qualche esperienza(seppur virtuale) o condividere un emozione.............

Baudelaire999 ha detto...

o forse gli uomini vogliono forse fottersi la propria dannata solitudine.. che è diversa per ognuno di noi..

e dopo averti letta.. dopo averti scoperta un pò nell'intimità dei tuoi pensieri..si fa largo nelle nostre testoline l'illusione che una scopata con te ci renda meno soli che una scopata con una escort ventenne.

ma è un'illusione, solo e soltanto un'illusione.

gullich ha detto...

riprendo brevemente le fila del discorso....

partendo da quel "possedere" di ugosugo: si possiede una persona?

mai, credo. Si possiede una macchina, un telefono, uno stereo. Si è capobranco di un cane (ma non lo si possiede); sicuramente non si "possiede" una donna. Verbo della fava anche laddove usato beceramente per la mera congiunzione carnale.

Non si possiede mai una persona. tantomeno una escort che ci darà nulla di più di quello che vorrà dare, e se ci metterà qualcosa oltre il suo corpo non sarà certo per il denaro che sta nella busta.

Quanto è espresso nel mio commento poco sopra è a mio avviso una delle ipotesi nobili che potrebbero portare al desiderio compulsivo di incontrare oggi la escort chiara.

Escluderei il fattore età come elemento di stupore. nessuno dei tuoi lettori sa come tu sia davvero, quindi il discorso è meramente teorico, ma il solo dato anagrafico è amio avviso poco indicativo. Una donna non più ventenne (se non è sessantenne) può essere infinitamente più piacevole e gradevole di una supergnocca ventenne, nel normale iter delle relazioni... quel normale iter che coloro che rincorrerebbero "la visione" chiara pensrebbero (illusoriamente) di poter comprare. Se seguo per un istante il gioco immaginario, mi vien da pensare che chi dovesse incontrarti in quel contesto forse non si accorgerebbe neanche di essere con chiara, e nulla troverebbe di quello che fluisce qui che è invece (forse) una bella parte della chiara non escort...

se poi penso alle frange meno nobili, penso a chi attaccato al bancone del bar in attesa dell'ennesimo negroni o a cercare la moneta per un'altra partita a flipper pensa di potersi pagare il giro con la ferrari e poi spendersela al bar come l'avventura del secolo, in senso dispregiativo: sta ferrari alla fine è una macchina che fa un baccano infernale, consuma come un concorde, e non è neanche tanto divertente da guidare (grazie alla fava... non sai guidare)

penso a chi crede in quel possedere nel senso bruto del termine (non mi riferisco da ugosugo, che vedo comunque lo ha virgolettato) e quindi lo adotterebbe come una sorta di procedimento punitivo e rivendicativo nei tuoi confronti .

penso a chi lo adotterebbe come punitivo nei propri. Mi metto alla prova con una che ha i coglioni davvero non solo a letto e vedo se reggo il colpo.

penso a chi ne approfitterebbe per rifarsi di tutte le effrazioni alla propria autostima subite nel virtuale dalla testa di chiara di notte.

penso a chi poi, ma questo rientra nell'illecito penale, avrebbe da pareggiare conti.

e probabilemnte ci sta anche la tesi del Gronchi rosa

io non sarei fra i tuoi potenziali clienti. preferisco continuare a leggerti

piccola addenda finale per ugosugo, virtualemnte si può conoscere (mi auguro che il tuo possedere fosse in quel senso) qualche aspetto di una persona, forse in molti casi si conoscono anche aspetti reconditi che nel virtuale è più facile trasmettere ad altri (anche se mediati dallo schermo e quindi non del tutto autentici e genuini) e quindi si entra sicuramente più in contatto profondo che con una mera scopata escortistica.

Ma conoscere ed interagire davvero con qualcuno, sia esso uomo o donna, è un'esperienza necessariamente tridimensionale mai bidimensionale.

piccole riflessioni sparse e del tutto mie, ovviamente. nessuna pretesa di dettare dogmi: rilevo comunque con piacere che in questo blog si riesce spesso a condividere riflessioni ed emozioni che in altri salotti assai più autoreferenziali erano caldeggiate formalemnte e sostanzialemnte osteggiate.

ugosugo55 ha detto...

caro gullich
il mio possedere e' inteso come far proprio .
io possiedo una persona nel momento in cui questa entra a far parte di me.
se questo avviene in una,due, o tre dimensioni non ha importanza.
quindi io possiedo tutto cio che ho studiato,cio che ho letto e cio che ho vissuto .
questo e il senso del mio possedere.
volendo lo puoi chiamare snche posculo!!!!!!!!!!:-)))))))

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Tante belle riflessioni, Gullich, fra le quali quella su chi mi ha incontrata e non ha saputo che era con me... sai la beffa?
Perche' e' accaduto a piu' di una persona che magari, adesso, mi sta leggendo e non puo' "spendersi" l'esperienza con gli "amici al bar" :))))
Poi ci sono coloro con i quali mi saputo di avermi incontrata; e sai qual e' la cosa che piu' mi rende soddisfatta? Che quelle persone delle quali mi sono fidata non le ho viste scrivere una parola su di me, quasi (diversamente dalle abitudini ricorrenti negli immondezzai) a voler "tenere" il loro segreto in complicita' con la sottoscritta.
Certo che oggi sarebbe diverso. Come ho avuto modo di dirti privatamente le condizioni "ambientali" degli immondezzai sono notevolmente peggiorate da quando iniziai a mettermi in gioco sui forum nei primi anni di questo secolo :)))
Adesso pare che tutti i malati di mente dell'universo abbiano preso possesso di un PC e si si siano riversati a sfogarsi nei forum utilizzando le loro varie personalita' psicopatiche.
Ti immagini se adesso (faccio un'ipotesi) accettassi un appuntamento ed incontrassi un gentile personaggio che poi si rivelasse essere UgoPiazza?
Roba da sognarselo la notte insieme alle peggiori scene di Antony Perkins che accoltella la sventurata nella doccia :)))
Per quanto riguarda il "salotto" che tu apprezzi, ti ringrazio infinitamente del complimento ma l'idea del salotto non era quella che volevo dare con questo blog.
Preferisco lasciare i salotti alle persone raffinate poiche' in mezzo alle formalita' dei ricevimenti "falsi e cortesi" mi sono sempre trovata malissimo.
Sono una cafona, una contadina che ha avuto la fortuna di possedere una buona genetica e che l'ha messa a frutto...
Mi definisco una "barbara" che non scende da cavallo neanche per mangiare... ed il salotto buono con the e pasticcini lo lascio volentieri a chi ama perdersi in discorsi quasi sempre ipocriti.

gullich ha detto...

mi scuso per la costruzione sintattica in effetti dubbia (ti renderai conto leggendo che scrivo sempre in corsa....), ma non attribuivo a questo blog la natura salotto ma semplicemente di piacevole luogo di scambio di idee ed esperienze a margine dei tuoi post, luogo di scambio che neanche certi salotti sono mai stati.

Baudelaire999 ha detto...

eddai.. davanti ad un ottimo tè con fantastici pasticcini si possono fare discorsi veri e non solo ipocriti..!!

sono uno che frequenta forum e siti vari dai primissimi tempi.. i tempi del primo grande sito di excort..metropolitan.. e in effetti c'è stato negli anni un peggioramento forte dei contenuti. ma questo avviene sempre quando il pubblico utente aumenta, la massa porta sempre un abbassamento del livello medio.

bisogna ammettere che chiara si è sempre distinta ed ha conservato una purezza nel suo stile notevole. ecco, un cuore barbaro e puro.

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics