sabato 27 gennaio 2007

2
comments
Gli insulsi: i "bignamisti" della vita


Vorrei precisare che nei miei tanti post in cui segnalo personaggi insulsi, non indico i timidi o le persone che, per varie ragioni, nella vita non hanno avuto modo o la fortuna di crearsi argomenti ma che dimostrano almeno la modestia di non addentrarsi sui campi minati della dialettica.

Coloro che critico sono quei "pisquani" che, pur sapendo di non sapere nulla, cercano di dare ad intendere al prossimo di essere a conoscenza di innumerevoli cose e le espongono con raffazzonati panegirici.

Sono le persone che vorrebbero insegnare al prossimo come ci si comporta ("sienti a me... non vivere tutta la tua vita al PC... esci... vivi...") ma se si notano bene gli orari dei loro post si capisce che stanno costantemente collegati... oppure coloro che sono continuamente alla ricerca del consenso ("non che mi interessi, perche' non vivo di questo, ma potrei sapere cosa pensate di me?"), coloro che millantano titoli che non hanno e che declamano in latino (web-tradotto) perche' "fa tanto persona sapiente", coloro che raccontano di esperienze mai vissute... gli splendidi uomini che "pagano le donne" solo per sfizio... i marines da Playstation... i "bignamisti" della vita.

Alla fine, questi personaggi, si trovano immancabilmente a discutere fra di loro perche' gli altri interlocutori, una volta resisi conto della loro inconsistenza e della loro malcelata ignoranza, si defilano e le discussioni forumistiche si tramutano quindi in un NULLA portato avanti da chi NULLA sa comunicare.

2 commenti :

Beyazid II Ottomano - Sultano di Costantinopoli ha detto...

La dialettica è una scherma spirituale e per essa vale quanto diceva Augusto: "meglio non combattere affatto che farlo mediocremente: i cimiteri sono pieni di combattenti bravi sì, ma non abbastanza".
Comunque, a volte tali, pisquani che si travestono da moschettieri, oltre ad essere insulsi, risultano davvero irresistibili. Sarebbe quasi un peccato trafiggerli, se essi non si mostrassero poco rispettosi dell'intelligenza dell'interlocutore, nella loro infantile pretesa di far passare proprio questi come "impostore culturale".
Il loro re-sole è sua Maestà 1Redicuori, il quale esordì spacciandosi per il padre di una escort e proseguì, fra racconti di Bentley e di conquiste, a rappresentarsi come un irresistibile giornalista (uno di quelli che non devono pagare mai, ma hanno amicizie femminili ovunque, da Miss Italia ai servizi segreti, e possono guardare dall'alto al basso, redarguire e consigliare i "comuni mortali", i quali possono solo allettare col denaro quelle che a lui si concedono liberamente).

Bisogna riconoscere che quando (per rivolgere un complimento ad una madamigella appena giunta) descrisse la Venere del Botticelli come una scultura, una donna vera avrebbe potuto effettivamente cadergli fra le braccia.............stremata dalle risate.

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Inseguimenti notturni stile Diabolik nei quali arrivava trafelato, alla fine, fra le braccia (virtuali) della donzella di turno a cercar conforto, mi fecero realmente ribaltare dalle risate allorquando Boccadirosa mi racconto' di lui.

Potremmo inserire anche 1Redicuore in classifica se non fosse per la fantasia di cui e' dotato.

E voi sapete che rispetto chi ha fantasia e racconta fiabe... purche' lo dica e non cerchi di farle passare per storie di vita vissuta.

PS: certo che la "Venere del Botticelli" scultura e' veramente da inserire fra le migliori di EF :)))

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics