sabato 23 dicembre 2006

0
comments
Le corna


Sono delle escrescenze frontali metaforiche, ovvero un modo veloce e sbrigativo per definire il tradimento dell'uno o dell'altro partner. In Italia cresce il timore di subire tradimenti e gli investigatori privati sono subissati da richieste di controllo del partner. Questo risulta da un rapporto della "Miriam Tom Ponzi Investigation", un'agenzia investigativa fra le piu' note, un colosso nel campo delle corna.
Si scopre cosi' che i piu' cornuti (o coloro che piu' temono di esserlo) sono i giovani in procinto di sposarsi e si apprende con sorpresa che a controllare le mosse del futuro partner sono, nel 65% dei casi, i maschi.
Questa statistica manda in pensione la classica figura della donna gelosa che all'alba aspetta il partner appostata dietro la porta brandendo il matterello.
E diventa un reperto del passato anche la moglie che controlla le macchie di rossetto sulla camicia del marito e che fruga nei cassetti alla ricerca di una lettera dell'amante.
D'altra parte, nell'era dei computer e dei cellulari, era logico che qualcosa cambiasse.
Ora, invece che nel cassetto, la moglie tradita o il marito in odore di corna cercano le prove del tradimento nelle e-mail o nei messaggi sul telefonino del partner.
Fra le cause principali del tradimento, sempre dalla stessa inchiesta, risulta che la donna spesso tradisce perche' si sente trascurata e per provare la sensazione di essere ancora desiderata.
L'uomo invece tradisce perche' avere moglie e amante fa macho, e anche perche' per mezzo del rapporto extraconiugale dimostra agli altri di essere un piacione al top della sessualita'.
Molte volte i tradimenti dei mariti vengono scoperti per colpa dell'irrefrenabile desiderio dell'uomo di far sapere agli amici che e' riuscito a portarsi a letto una bella donna.

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics