giovedì 12 ottobre 2006

0
comments
Minacce...


Mi sono arrivate sia direttamente (tramite mail) che indirettamente (tramite persone che si sono prestate da fare da "ambasciatori").
Ma ambasciatori di che?
E poi perche' minacciare?
Ah gia'... Adesso capisco... Una persona riceve uno schiaffo e quando sta per restituirlo le arrivano le minacce di chi a quel punto deve prenderselo.
Ai tempi della guerra fredda, nel caso fosse diventata calda a causa di un attacco missilistico da parte dell'URSS agli USA, sarebbe stato ridicolo che dopo il primo attacco la parte attaccante avesse "minacciato" la parte attaccata...
Minacciarla perche' non facesse la rappresaglia?
Queste persone che cercano di infastidirmi, oltre ad essere delle incaute, sono anche ignoranti dal punto di vista culturale altrimenti saprebbero che gli USA non hanno mai sferrato l'attacco proprio perche' temevano la rappresaglia... E lo stesso hanno fatto i russi.
Per cui a questo punto il danno massimo che potevano farmi me lo hanno gia' fatto...
Ma (ahime') oltre a non aver colpito i bersagli (i silos dei missili intercontinentali) hanno anche sprecato tutto il loro arsenale strategico e quindi adesso si trovano a doversi difendere con degli scudi di legno contro l'eventuale contrattacco che potrei fare ai loro danni.
E si cagano sotto...
Ed io lo so che si cagano sotto...
Comunque vorrei rassicurare chi con me si e' sempre comportato/a correttamente che io non saro' cosi crudele da colpire indiscriminatamente.
I miei missili intercontinentali colpiranno solo determinate citta', quindi avverto chi non volesse essere coinvolto di star lontano da quelle citta'.
A poco valgono i tentativi di riappacificazione tipo "volemose bene" se prima non ci sara' da parte degli imbecilli una dichiarazione pubblica di scuse alla sottoscritta.
Scuse che dovranno spiegare bene a chi ha assistito a tutta la vicenda CHI ha agito e COME ha agito intorbidendo le acque.
Come ho detto a qualcuno, con il quale ho chattato due giorni fa, basterebbe che i mentecatti si mostrassero e dicessero che non credevano che il gioco sarebbe sfuggito loro di mano... Scusandosi.
Altrimenti potrei continuare con i miei raccontini di fantasia che tanto sono graditi da una parte del pubblico.
Di solito non amo fare la "rompiballe" ma se le rompono a me allora non ho ritegno.

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics