mercoledì 11 ottobre 2006

0
comments
La faccia nascosta della Luna


“Feci chiamare il fabbro, che rimuovesse le sbarre dalla finestra della mia torre, e passai un po' di tempo nella mia stanza guardando fuori, la foresta, nel pomeriggio di ognuno di quei corti giorni d'inverno, aspettando che il buio cadesse.”

E cosi’ dalla mia torre d’avorio, ove oramai nessuno puo’ raggiungermi, assisto ai battibecchi da cortile di chi si sta scannando per un osso…
La folla intorno tifa per l’una o per l’altra che si azzuffano senza pieta’… nel fango.
Agli uomini piace assistere a questi scontri che' sono il retaggio degli antichi “giochi nel circo” dei bei tempi imperiali.
Inizialmente i gladiatori poi i leoni con i gladiatori, poi solo i leoni… per finire ai combattimenti fra cani e fra galli che sono tanto apprezzati nei biechi bordelli di Calcutta.

Da quassu’ vedo poco… ma riesco a sentire le grida rabbiose delle contendenti miste con quelle di giubilo del pubblico.
In mezzo dovrebbe stare l’arbitro a far si’ che la contesa potesse esprimersi sul piano, almeno, della correttezza… Se non fosse corrotto.
E quindi giu’ botte da orbi da tutte le parti fino a che il combattimento diventa una rissa furiosa nella quale e’ persino difficile distinguere i galli dal pubblico.

Torno al mio PC… Apro il mio browser… Guardo le foto della Luna e mi domando: queste foto casalinghe fatte estemporanee ed all’occorrenza perche’ si potesse ammirare la sua “faccia” nascosta e non ritoccata da photoshop… Chi le avra’ scattate?
Forse qualcuno che laggiu’ nella rissa sta gridando piu’ forte?

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics