venerdì 13 ottobre 2006

0
comments
Dialoghi allo specchio


Avete mai visto le persone che si specchiano?
Si scrutano... Vanno alla ricerca del brufoletto oppure assumono strane espressioni innaturali cercando di nascondere i difettucci.
Ho visto uomini che la mattina si contavano i capelli e che poi si mettevano di fianco tirando in dentro l'addome.
Io li stavo ad osservare cercando di non disturbarli durante il loro "rito" perche' era talmente spassoso che poi me lo portavo "dentro" come episodio cabarettistico.
Ma chi piu' mi intrigava erano coloro che oltre a rimirarsi allo specchio declamavano dei monologhi degni del miglior Shakespeare.
Davanti a quegli specchi ho visto esibirsi Antonio, Otello, Amleto...
C'era chi semplicemente si faceva le domande e si rispondeva tipo: "ma che figo che sono, vero?" - guardando lo specchio con sguardo assassino - "Eh si... Va' che fisico!"
E poi si rispondeva: "ma che ci vuoi fare se son figo son figo!..."
Poi c'era invece chi cercava di prepararsi dei discorsi (che so da fare al consiglio d'amministrazione che avrebbe avuto di li' a poche ore)
Ma questi erano i piu' normali.
Se proprio devo raccontarvela tutta c'e' stato chi, allo specchio, si comportava addirittura da cane... In senso proprio "CANE"!
Si metteva li' e... "bau!" - e poi rispondeva cambiando di tono - "arf... bau... grrrr!"
L'incontro proseguiva con io che gli mettevo il guinzaglio e lo portavo in giro con lui a quattro zampe.
Roba da matti!
A proposito... Avete mai letto i post di Ugo Piazza e la sua banda di multinick?
Divertenti no?
Sembra di assistere ad una sceneggiata; ciascuno dei nick ha un copione gia' scritto: c'e' il provocatore... il sostenitore (anzi TANTI SOSTENITORI)
E poi c'e' lui, UGO!
Voi direte: "E perche' ci dici questo?"
Vi rispondo subito: in fondo un blog non e' altro che uno specchio, cosi' come lo e' un forum, cosi' come lo e' ogni ambiente introspettivo nel quale si cerca di esprimere le nostre sensazioni tramite parole o scritti...
Poi c'e' chi fa "bau bau!"

Nessun commento :

Misura la forza della tua Password

Oggi mi sento un po' cosi'...

Oggi mi sento un po' cosi'...

Tokaj-Hegyaljai Borvidék

Áldott tokaji bor, be jó vagy s jó valál, Hogy tsak szagodtól is elszalad a halál; Mert sok beteg téged mihely kezdett inni, Meggyógyult, noha már ki akarták vinni. Istenek itala, halhatatlan Nectár, Az holott te termesz, áldott a határ! (Szemere Miklós)

A Budapesttől mintegy 200 km-re északkeletre, a szlovák és az ukrán határ közelében található Tokaj-Hegyaljai Borvidék a Kárpátokból déli irányban kinyúló vulkanikus hegylánc legdélebbi pontján fekszik. A vidéket és fő községeit könnyen elérhetjük akár autóval (az M3 autópályán és a 3-as úton Miskolcig, onnan a 37-es úton), akár vonattal (több közvetlen vonat indul Budapestről és Miskolcról)

Web Statistics